logotype

"Non camminare davanti a me...

...Potrei non seguirti

Non camminare dietro a me...

...Potrei non esserti guida


Cammina al mio fianco ed insieme troveremo la via"

(Albert Camus)

opl

Riflessioni

Seguici

Il Viaggio di Ulisse

Lo studio di psicologia clinica “Il Viaggio di Ulisse”, unisce in rete un gruppo di professionisti di diverse aree afferenti alla salute mentale e alla prevenzione del disagio psicologico, sociale, evolutivo.

Lo studio si presenta come un luogo di accoglienza e di presa in carico dei bisogni dell’utenza, al fine di offrirle la possibilità di un percorso adeguato e specifico.

Lo studio ha lo scopo di organizzare, elaborare e attivare progetti di intervento per la cura, il sostegno e la promozione della salute mentale,  in particolare attraverso la ricostruzione di legami sociali per chi vive il disagio della e nella contemporaneità.

I professionisti che ne fanno parte si riconoscono nei modelli di lettura, trattamento e cura dei fenomeni clinici che pongono la centralità della relazione sociale come prospettiva irrinunciabile per il reale benessere della persona.

La scommessa dello studio di psicologia clinica “ Il viaggio di Ulisse”è  quella di usare  gli strumenti di lettura della psicologia clinica nei diversi ambiti di intervento richiesti dalla clinica contemporanea: prevenzione, sostegno e accompagnamento alla fragilità, supporto nelle diverse fasi del ciclo della vita ( infanzia, adolescenza ed età adulta ).

Questi strumenti si mostrano particolarmente adatti a fornire anche al soggetto post-moderno la possibilità di ri-orientarsi e ri-decidere per la costruzione di legami sociali vivibili.

Il professionista in questo senso è qualcuno che offre uno spazio di parola e rielaborazione secondo le diverse esigenze dei contesti di intervento.

La contemporaneità è purtroppo segnata da logiche che frammentano e dissolvono la dimensione reale della soggettività, disancorata da una tradizione ormai  messa in secondo piano.

Persone e gruppi vanno incontro più facilmente a sofferenza e difficoltà in mancanza del sostegno di quei riferimenti simbolici – valoriali che tradizionalmente hanno assicurato stabilità del soggetto, in primis la mancanza di un saldo riferimento “ paterno”.

Il mito di Ulisse e in particolare il suo viaggio per tornare ad Itaca superando prove e complicazioni può essere una  metafora della difficoltà contemporanea di costruzione dei legami sociali.

 E’ qui che la psicologia clinica e quella analitica si mostrano altamente valide, in particolare  quando sono capaci di uscire dal setting classico, inteso come puro schema psicoterapeutico, arrivando a trattare efficacemente la complessità dei legami sociali e le forme attuali del sintomo nelle sue varianti contemporanee.

Se oggi come ieri sono i legami e la loro complessità a costituire ed esprimere il soggetto e il suo mondo, come trattare – nella solitudine e nel disorientamento attuali – le diverse forme del disagio inedite ed enigmatiche?

Attraverso l’offerta di competenze diverse e specifici progetti di intervento (clinici, sociali, educativi, riabilitativi, etc. ) lo studio di psicologia clinica “ Il viaggio di Ulisse” intende affrontare le” impasse” dei legami, questo intrattabile aspetto contemporaneo del disagio della civiltà, che ne fa una civiltà del disagio, senza misconoscerne la complessità: la posta in gioco è la dimensione politica di una responsabilità delsoggetto, contro una generalizzata deriva di segregazione.

2020  Il viaggio di Ulisse  Powered by Studio A.M. 

Questo sito utilizza i cookie Privacy